Influenza, picco nelle prossime settimane per i bambini fino ai 4 anni

Il picco sembrava essere ormai alle spalle, dopo l’influenza natalizia, invece per le prossime settimane è atteso il picco del contagio, che riguarderà soprattutto i bambini fino ai quattro anni, con un’incidenza di 6,81 casi ogni mille assistiti. Per le persone sopra i 65 anni, in maggior parte già vaccinate, l’incidenza è di 0,73 casi per mille. I casi accertati finora sono circa 150.000, un numero inferiore rispetto allo stesso periodo della stagione 2009 – 2010. Il virus di quest’anno non dovrebbe provocare un numero di malati superiore a quello registrato nelle sindromi influenzali degli scorsi anni. La convalescenza dovrebbe durare in media una settimana circa. Il rientro dalle vacanze in scuole e uffici potrebbe aumentare il contagio. Durante il Natale l’influenza ha tenuto a letto circa centomila italiani. Il picco sembrava essere ormai alle spalle, dopo l’influenza natalizia, invece per le prossime settimane è atteso il picco del contagio, che riguarderà soprattutto i bambini fino ai quattro anni, con un’incidenza di 6,81 casi ogni mille assistiti. Per le persone sopra i 65 anni, in maggior parte già vaccinate, l’incidenza è di 0,73 casi per mille. I casi accertati finora sono circa 150.000, un numero inferiore rispetto allo stesso periodo della stagione 2009 – 2010. Il virus di quest’anno non dovrebbe provocare un numero di malati superiore a quello registrato nelle sindromi influenzali degli scorsi anni. La convalescenza dovrebbe durare in media una settimana circa. Il rientro dalle vacanze in scuole e uffici potrebbe aumentare il contagio. Durante il Natale l’influenza ha tenuto a letto circa centomila italiani. picco sembrava essere ormai alle spalle, dopo l’influenza natalizia, invece per le prossime settimane è atteso il picco del contagio, che riguarderà soprattutto i bambini fino ai quattro anni, con un’incidenza di 6,81 casi ogni mille assistiti. Per le persone sopra i 65 anni, in maggior parte già vaccinate, l’incidenza è di 0,73 casi per mille. I casi accertati finora sono circa 150.000, un numero inferiore rispetto allo stesso periodo della stagione 2009 – 2010. Il virus di quest’anno non dovrebbe provocare un numero di malati superiore a quello registrato nelle sindromi influenzali degli scorsi anni. La convalescenza dovrebbe durare in media una settimana circa. Il rientro dalle vacanze in scuole e uffici potrebbe aumentare il contagio. Durante il Natale l’influenza ha tenuto a letto circa centomila italiani.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...